Geriatria Casilina

Questa scheda è stata visualizzata 128 volte
Geriatria Casilina
User Rating: 5 (1 votes)

L’esame obiettivo dell’anziano deve comprendere tutti i principali sistemi appartenenti alla  Geriatria Casilina.

Particolare attenzione viene posta alle aree di interesse identificate nel corso dell’anamnesi (vedi anche panoramica sulla valutazione dell’anziano e raccolta dell’anamnesi nell’anziano) osservare i pazienti e i loro movimenti (p. es., entrare nella sala della visita, sedersi o alzarsi da una sedia, salire e scendere dal lettino da visita, togliersi o indossare calze e scarpe) permette di fornire preziose informazioni sulla loro autonomia funzionale.

La loro igiene personale (p. es., lo stato degli abiti, la pulizia, l’odore) può fornire informazioni sullo stato mentale e sulla capacità di prendersi cura di se stessi.se i pazienti si stancano, può essere necessario interrompere l’esame obiettivo e continuare in un’altra visita. i pazienti anziani possono richiedere tempo aggiuntivo per spogliarsi e spostarsi sul lettino

Non va messa loro fretta. il lettino per l’esame obiettivo deve essere regolato a un’altezza a cui il paziente possa facilmente accedere; una pedana facilita la salita. i pazienti fragili non devono essere lasciati soli sul lettino. parte dell’esame obiettivo può essere più confortevole se il paziente siede su una sedia.

il medico deve descrivere l’aspetto generale dei pazienti (p. es., tranquillo, irrequieto, malnutrito, disattento, pallido, dispnoico, cianotico). se essi vengono visitati a letto, deve essere annotato l’uso di imbottiture di protezione o di un materasso di protezione, di spondine (parziali o complete), di un catetere urinario o di un pannolone per adulti.

segni vitali  il peso deve essere registrato a ogni visita. durante la misurazione, i pazienti con problemi di equilibrio possono avere bisogno di sostenersi a maniglie poste vicino o sulla bilancia. l’altezza viene registrata ogni anno per verificare la perdita di altezza a causa dell’osteoporosi.

la temperatura viene registrata. l’ipotermia può non essere rilevata se il termometro non può misurare temperature di più di alcuni gradi inferiori al normale. l’assenza di febbre non esclude le infezioni. polso e pressione arteriosa vengono controllati in entrambe le braccia. il polso viene preso per 30 secondi ed ogni irregolarità viene annotata. poiché molti fattori possono alterare la pressione arteriosa, la pressione arteriosa viene misurata più volte dopo che i pazienti hanno riposato > 5 minuti.

la pressione arteriosa può essere sovrastimata nei pazienti più anziani poiché le loro arterie sono rigide. questa rara condizione, chiamata pseudo  ipertensione, deve essere sospettata se si sviluppano vertigini dopo l’inizio dell’assunzione di antipertensivi, o se è stato aumentato il dosaggio per il trattamento di pressione arteriosa sistolica persistentemente elevata.

tutti i pazienti anziani sono controllati per ipotensione ortostatica, perché è molto frequente. la pressione arteriosa è misurata con i pazienti in posizione supina, quindi dopo che sono stati in piedi per 3-5 minuti. se la pressione arteriosa sistolica cade ≥ 20 mmhg dopo che i pazienti sono in piedi, o se viene individuato qualche sintomo di ipotensione, viene diagnosticata ipotensione ortostatica. si richiede cautela quando si valutano pazienti ipovolemici.

una frequenza respiratoria per gli anziani varia in base alla salute e alla situazione di vita. la frequenza respiratoria normale per gli anziani che vivono in modo indipendente è di 12-18 respiri al minuto, mentre la frequenza per quelli che necessitano di assistenza a lungo termine è di 16-25 respiri al minuto.

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*